Divorzio e seconde nozze

A me, ma di sicuro non solo a me, viene fatta ogni tanto la seguente domanda: un/a credente può sposarsi di nuovo dopo un divorzio?

L’argomento è molto complesso, su cui tra l’altro i credenti sinceri hanno più punti di vista. Qui riassumo ciò che sono i due casi specifici in cui ci possono essere seconde nozze, sulla base della mia comprensione della Bibbia.

Un credente (o una credente) può divorziare e risposarsi per due motivi: (1) l’eccezione di Matteo o (2) il privilegio di Paolo.

(1) Il nome l’eccezione di Matteo viene dalla frase “salvo che per motivo di fornicazione” in Matteo 5:32. Il principio è che: mia moglie può risposarsi, se io commetto adulterio contro di lei.

(2) Il privilegio di Paolo invece si trova in 1 Corinzi 7:15: se un credente viene abbandonato a causa della fede, può risposarsi.

Ovviamente, in entrambi i casi le nuove nozze devono essere con un/una credente, il significato di “nel Signore” in 1 Corinzi 7:39.

Forse ci sono casi in cui questi due principi possono essere applicati a casi leggermente differenti.

Parlo di queste cose nel mio sermone su Matteo 5:27-32, intitolato Il Matrimonio: video, audio, i miei appunti.

A mio avviso, il miglior libro in italiano su questo tema è di John Murray: Il Divorzio – ma purtroppo è fuori stampa (è comunque disponibile nell’originale inglese: Divorce). Forse un tuo parente ha ancora, da qualche parte in libreria, una copia dell’edizione italiana (credo di Edizioni Centro Biblico), dal quale puoi prendere in prestito il libro. Tale libro è comunque disponibile in francese, come si vede in fondo al seguente post del sito di Evangile 21: Peut-on se remarier après un divorce?

Il sermone menzionato sopra fa parte della serie sul Sermone sul monte, predicata da me e Andrea Giorgi. Il Sermone sul monte del nostro Signore è di sicuro il sermone dei sermoni!

Precedente Vuoi aiutare il popolo siriano? Successivo Gavino Fioretti, un pastore italiano all'estero