I coreani ferventi, gli americani pigri nella preghiera?

Romani 12:11-12: “11 Quanto allo zelo, non siate pigri; siate ferventi nello spirito, servite il Signore; 12 siate allegri nella speranza, pazienti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera…”.

Qualche decennio fa, dove studiavo teologia, uno studente coreano disse a noi studenti americani:

Voi americani siete pigri e non avete capito perché la Corea del sud è stata trasformata spiritualmente. Noi preghiamo, voi no.

 

In effetti nella storia moderna non credo ci sia un esempio analogo a quello della Corea, di un paese che ha accolto così diffusamente e profondamente il cristianesimo. Lo studente coreano in questione, a mio modo di vedere, era parecchio arrogante. Tuttavia, una persona arrogante può aver ragione? Ovviamente sì, se quello che dice è vero. E noi italiani (io rientro in tutt’e due le categoria in quanto sono cittadino di entrambe le nazioni) siamo tanto pigri quanto gli americani? Se sì non sarebbe meglio, in questo caso, seguire il modello coreano?

Qui c’è un americano che parla in inglese dell’importanza della preghiera, Scotty Smith.

Qui c’è un italiano/americano rifacendosi a un canadese (Don Carson), che parla in italiano delle scuse che troviamo (io e tu) per non pregare.

Se io e voi sapeste il coreano, cercherei magari qualcosa nella loro lingua.

Gesù disse (Matteo 26:40): “non siete stati capaci di vegliare con me un’ora sola?”

Un principio: noi troviamo il tempo per fare le cose che riteniamo importanti. Un esempio (negativo): il marito (adultero) indaffarato trova del tempo per stare con l’amante.

Lo so, lo so, possiamo (io e tu) trovare tanti motivi per non svegliarci un’ora prima per pregare insieme, tantissimi.

Ma ce ne sono anche tanti per fare quel sacrificio (ma è veramente un sacrificio?) e svegliarci un’ora prima. Eccone alcuni.

  1. X cercare insieme il volto del Signore.
  2. X sentire la gioia di incoraggiare altri con la mia presenza.
  3. X ringraziare pubblicamente il Signore per chi egli è e per i tanti benefici che egli mi elargisce in Cristo.
  4. X supplicarlo insieme a fratelli e sorelle affinché egli compia la sua volontà, buona e perfetta, nella mia chiesa e tramite la mia chiesa.

Son sicuro che non avrai difficoltà a trovarne altri sei.

Ci vediamo domattina alla Logos per pregare insieme!

Sì inizierà alle 9,30 in punto, per cui perché non vieni 5 minuti prima?

Con l’affetto di Cristo,

Pietro Ciavarella, Pastore Teologo

Chiesa Evangelica Logos

P.S. In tante chiese le riunioni di preghiere sono più frequentate dalle donne. Chissà se questo è uno dei motivi per cui Paolo è stato così esplicito nel dire:

“8 Io voglio dunque che gli uomini preghino in ogni luogo, alzando mani pure, senza ira e senza dispute. 9 Allo stesso modo, le donne si vestano in modo decoroso, con pudore e modestia: non di trecce e d’oro o di perle o di vesti lussuose, 10 ma di opere buone, come si addice a donne che fanno professione di pietà”

(1 Timoteo 2:8-9).

*Ho aggiunto questo aggiornamento* il pomeriggio di domenica  8 aprile 2018. Ringraziando il Signore diverse persone sono venute e pregare e il culto è stato speciale…veramente speciale. Sia lodato il tuo nome, Signore!

Avevamo iniziato con la lettura del salmo 85. Mi ha colpito non solo che si erano fatte vive tante persone. Mi ha colpito anche il clima di supplica e di adorazione e la diversità del gruppo. C’erano persone che erano membri dall’inizio come una coppia che fa parte della Logos da poco tempo. C’erano persone molto anziane, ragazzi/e delle medie e tutto quello in mezzo. C’erano single, divorziati, genitori e persone da almeno 5 nazioni.

Almeno dal 30 novembre 2017 prego per un’opera speciale dello Spirito alla Chiesa Logos. Stamani potrebbe esserne l’inzio?

Ci sono altre foto del culto di stamani al mio Instagram (pjciavarella) di oggi, l’8 aprile 2018

Precedente Un commento su rhema e logos. C'è una differenza di significato? Successivo Sulle orme di San Paolo con la guida Esteban Janavel

Lascia un commento

*