Intervista a Andrea Becciolini, Firenze, Fortaleza, Inghilterra

Ho chiesto a Andrea Becciolini della Chiesa Logos di Firenze di parlarci un po’ di sé, della sua conversione, di cosa sta facendo attualmente e per quale motivo lo sta facendo.

 

Foto mia

1. La tua conversione. Quale essere umano o quali esseri umani sono stati influenti nella tua conversione?

Posso ringraziare il Signore Gesù per come, tramite un caro compagno di classe delle lontane superiori, Simone Moretti, mi abbia dato di ascoltare il vangelo per la prima volta. Inoltre, i genitori di Simone, Guido ed Anna Moretti, come la loro famiglia tutta, sono stati di grande testimonianza di Cristo. Sempre in quel periodo in cui mi stavo avvicinando alla lettura della Bibbia non posso non ringraziare il Signore per Piero Soderkvist che sempre mi faceva sapere che stava pregando per me e per l’opera dello Spirito Santo nella mia conversione.

2. Parlaci del tuo impegno nel ministero GBU (Gruppi Biblici Universitari). Qual è l’importanza del GBU per l’Italia.

Dal secondo anno di università (2009), anno della mia conversione, ho iniziato a fare parte del GBU come membro e coordinatore del gruppo locale fiorentino. Questo fino alla mia laurea (2013). L’anno successivo mi è stata data la possibilità di fare un anno di formazione come Staff GBU a tempo pieno. Essendo formato biblicamente, evangelizzando, e formando altri per condividere Gesù in facoltà, ho compreso ancora più a fondo la necessità e l’importanza di portare il vangelo nell’università e formare gli studenti credenti a fare questo tramite lo studio induttivo della Bibbia e la pratica dell’evangelizzazione. Per questi motivi vedo importante l’opera del GBU in Italia, ponendosi come braccio della chiesa, non come alternativa, avendo lo scopo di condividere Gesù da studente a studente.

3. Che cos’è lo studio induttivo della Bibbia? Perché è importante?

Si tratta di un metodo di studio biblico basato sull’osservare il testo biblico in esame, porre domande inerenti e trovare le risposte nel testo stesso Questo porta ad interpretare la Bibbia, e giungere ad applicazioni per noi oggi, partendo dal testo stesso e non da idee e concetti personali che possono portare lontani dal vero e unico significato della Scrittura. In sostanza è un metodo molto buono, utile e importante per rispettare e riconoscere l’autorità finale della Bibbia, Parola di Dio, per ciò che essa stessa dice.

4. Quale persona o quali persone sono state importanti nella tua crescita come credente e come gbussino?

Dal momento della mia conversione, il Signore si è servito di tanti fratelli e sorelle per farmi maturare nella conoscenza di Dio tramite la Bibbia, riconoscendo sempre più la certezza delle cose che mi erano state insegnate. Oltre a Simone Moretti, e la nostra ormai decennale amicizia, non posso non menzionare Andrew Lubbock (Staff GBU Firenze per 11 anni), Chris Brown (Staff GBU Bologna), Anthony Testa (missionario a Torino), e ancora i coniugi Guido ed Anna Moretti che mi hanno affiancato come una vera famiglia in Cristo.

5. Parlaci del Mark Drama [post sul Mark Drama]. Di che cosa si tratta? Tu ci hai partecipato? In quale veste o in quali vesti?

The Mark Drama è un teatro evangelistico che in 90 minuti mette in scena tutto il vangelo di Marco. Prevede 15 attori non professionisti, non ci sono né costumi di scena, né effetti speciali, e nemmeno un copione, se non il vangelo stesso. Gli spettatori sono disposti in cerchio e gli eventi avvengono al centro ma anche tutto attorno, facendo sì che il pubblico si senta coinvolto. E’ impossibile assistere il Mark Drama e rimanere impassibili, e parlo per esperienza avendo fatto parte del pubblico più di una volta. Essendo stato anche attore posso testimoniare del grande impatto di questo teatro; è veramente una possibilità unica per entrare più a fondo nel vangelo. Attualmente sono coinvolto come regista, e sono veramente grato al Signore per come il The Mark Drama sia uno strumento molto utile sia per formare ed edificare credenti nella conoscenza del vangelo che per annunciare la buona notizia a chi non la conosce.

6. In questo momento ti trovi in Brasile. Perché?

Sì, esatto da Gennaio di questo anno (2016) fino a Luglio.

Serra

Serra

Spiaggia

Spiaggia

Avevo già messo davanti al Signore la decisione di prendere due anni per sperimentare cosa significasse lavorare come architetto (area nella quale mi sono formato) e discernere la Sua volontà nel campo lavorativo e/o missionario. All’inizio di questo periodo il Signore mi ha dato di conoscere Geanne, ragazza brasiliana che ha studiato per un anno in Italia facendo anche parte del GBU. Dopo un tempo di preghiera e riflessione, ho ed abbiamo visto aprirsi possibilità per passare un periodo in Brasile per lavorare nel campo architettonico e per conoscere Geanne nel suo contesto culturale, familiare, di chiesa e di amicizie e così cercare la volontà di Dio e chiedendo discernimento e saggezza.

7. So che ti trovi bene nella chiesa locale brasiliana di cui fai parte. Come si chiama e quali sono alcuni dei pregi di questa comunità? Inoltre, quali sono stati momenti importanti per te di formazione e di servizio in tale comunità?

La vita di chiesa è veramente di grande benedizione ed edificazione. Il suo nome è Igreja Batista Filadelfia (= IBF) e davvero l’amore fra i fratelli si può sperimentare concretamente.

Colazione IBF

Colazione Igreja Batista Filadelfia

Ritengo che questo sia un riflesso del buon e fedele insegnamento della Bibbia e della conduzione biblica della chiesa stessa da parte del pastore Luiz e degli anziani. Oltre ad essere impegnata in varie azioni sociali, fra cui il progetto “Pão e Palavra” (Pane e Parola) appoggiato anche da Compassion [cfr. sermone di Rino Sciaraffa di Compassion], porta avanti un insegnamento sistematico della Bibbia attraverso l’esposizione continuativa di un libro della Bibbia ogni domenica,serie di predicazioni tematiche nel culto infrasettimanale ed anche per mezzo della scuola biblica domenicale (per adulti) in cui vengono affrontate varie dottrine.

Culto IBF 2

Culto Igreja Batista Filadelfia

Predicazione

Tutti questi sono chiaramente sempre momenti importanti di formazione. Per quanto riguarda il servizio invece, ho recentemente avuto il piacere e l’onore di predicare [puoi ascoltare qui il sermone di Andrea] nell’ambito del culto infrasettimanale e condurre una volta lo studio biblico del Piccolo Gruppo (OG giovani del quale faccio parte all’interno del gruppo giovani completo di tutta la chiesa (SIGA).

 

SIGA

Gruppo giovani della chiesa

8. So che a breve andrai in Inghilterra a continuare la tua formazione. Parlaci dei programmi in cui sei stato accettato. In quali ambiti riceverai insegnamento e in quali settori presterai servizio?

Se il Signore vuole da metà Agosto 2016 fino a Luglio 2018 mi troverò in Inghilterra. Sarò impegnato nella scuola biblica Proclamation Trust a Londra, corso intensivo di studio ed esposizione della Parola di Dio in modo espositivo e fedele al testo avendo anche varie possibilità pratiche di predicare e ricevere critiche costruttive. Parallelamente sarò tirocinante presso la chiesa St. Ebbe’s di Oxford, e ciò si basa su 3 punti fondamentali: formazione, servizio in uno dei tanti ministeri (so già che sarò impegnato in quello studentesco e quello infantile), e servizio pratico nel sistemare i locali della chiesa.

9. Queste esperienze hanno delle spese, di cui alcune sono già state coperte. Da quali organizzazioni? Chi ti ha già dato una mano e perché?

Grazie al Signore, avrò una borsa di studio per coprire la retta della scuola biblica. Questa borsa di studio proviene da CMS Australia opera che già in parte mi conosceva per via di Andrew Lubbock (missionario australiano coinvolto come staff GBU Firenze).

10. So anche che diversi dei tuoi costi preventivati rimangono ancora scoperti. Quali sono tali costi e qual è il modo concreto in cui qualcuno potrebbe contribuire alle tue spese economiche? C’è un link dove qualcuno può fare un’offerta? Le persone ti possono contattare senza impegno almeno solo per capire meglio la tua situazione? Se sì, in che modo: email, Facebook o come? Dai qui le relative informazioni che vorresti che avessero quelli che leggeranno questo post.

Considerando che la retta della scuola biblica sarebbe coperta dalla borsa di studio, e che parte delle spese vive saranno coperte dallo stipendio come tirocinante, rimane scoperto circa il 50% del totale composto dal restante delle spese vive e le spese di viaggio fra Oxford e Londra e da e per l’Italia. Ragionando in termini mensili significherebbe circa 670 euro al mese, e sto pregando per risposte pratiche del Signore a questo muovendo fratelli e sorelle in Cristo a prendere un impegno di due anni (donando per esempio 20 o 50 euro mensili). Attualmente non c’è un link per fare un offerta e personalmente avrei molto piacere di entrare in contatto con chiunque voglia saperne di più e/o sostenermi prima di tutto in preghiera e se possibile anche finanziariamente. Così, per mettersi in contatto con me ecco l’indirizzo email andreabecciolini@gbu.it ed il contatto FB e Skype, Andrea Becciolini. Pur trovandomi in Brasile sono facilmente raggiungibile.

11. Quali sono i tuoi piani per quando rientrerai in Italia dopo la formazione ricevuta in Inghilterra?

Questi due anni in Inghilterra sono in vista del servizio a tempo pieno in Italia. Parlando e pregando con Johan Soderkvist, Segretario Generale GBU Italia, abbiamo visto la possibilità di rientrare in Italia come Staff GBU potendo così servire il Signore in questo ambito universitario così importante. Chiaramente il desiderio è anche quello di servire il Signore nella chiesa locale vivendo la comunione fraterna essendo edificato ed edificando per la gloria di Cristo.

12. Come possono pregare per te i credenti che tengono alla tua formazione e al tuo ministero?

Una prima richiesta è che sempre possa ricordare del Signore Gesù il Cristo risorto dai morti secondo il vangelo di Dio e trovare in Lui piena soddisfazione e gioia nel mezzo delle tante sfide che non mancano e sicuramente non mancheranno. Così, che la volontà del Signore sia fatta cercando prima il Suo regno e la Sua giustizia riposando nel fatto che Lui è in controllo essendo Dio e Padre. Tutto ciò anche legato sia alla vita privata che alla missione futura a tempo pieno nella quale desidero essere usato alla gloria di Dio annunciando e vivendo il vangelo di Cristo e formando altri a fare questo.

13. Ci sono altre cose che vorresti dire a coloro che leggeranno questa intervista?

Si, ringrazio il pastore Pietro per questa intervista e tutti coloro che la leggeranno. Spero e prego che sia di incoraggiamento in Cristo per ogni Suo discepolo.

Precedente Una serata di relax per celebrare e non perdete il Camposport Successivo Lo strano e meraviglioso miracolo di sentirsi amati da Dio, John Piper