Le lingue cesseranno? Una risposta a Maria

Cara Maria, ti do del tu nel nome del Signore e inizio chiedendoti scusa per rispondere solo ora alla tua email. L’ho trovata per caso nel mio spam solo qualche giorno fa (non so come fosse finita là) e poi ero via per qualche giorno a Bologna impegnato nel convegno Reflection.
Tu hai scritto:
Gentile Pietro, leggo il suo post sulle interpretazioni di Danilo Valla
C’è un versetto della lettera ai Corinzi che non riesco a comprendere: “le lingue cesseranno”. Potrebbe gentilmente darmi qualche spiegazione? So che significa “cesseranno a poco a poco”… ma sono cessate?
Grazie in anticipo per la sua risposta.

Tu chiedi se le lingue sono già cessate. Come saprai bene, i cristiani non sono d’accordo su come rispondere. Alcuni dicono di sì e vengono chiamati, appunto, “cessazionisti”, altri dicono di no. Ho tanti amici in entrambe le categorie. Quelli che dicono di no possono essere carismatici, pentecostali o persone come me. In altri termini, io non sono né pentecostale né carismatico ma non credo che le lingue siano cessate: non sono un cessazionista. Ma attenzione: non sto dicendo di credere che tutto quello che si presenta come dono delle lingue sia dono delle lingue (anzi!). Detto quello, ecco il nostro testo: 1 Corinzi 13:8-12.

“8 L’amore non verrà mai meno. Le profezie verranno abolite; le lingue cesseranno e la conoscenza verrà abolita, 9 poiché noi conosciamo in parte, e in parte profetizziamo; 10 ma quando la perfezione sarà venuta, quello che è solo in parte sarà abolito. 11 Quando ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino; ma quando sono diventato uomo, ho smesso le cose da bambino. 12 Poiché ora vediamo come in uno specchio, in modo oscuro; ma allora vedremo faccia a faccia; ora conosco in parte; ma allora conoscerò pienamente, come anche sono stato perfettamente conosciuto.”

Al v. 8 c’è scritto che le profezie, le lingue a la conoscenza avranno un termine. Ma quando? La risposta sta al v. 10: quando arriva la perfezione. E quando è che arriverà la perfezione? Al ritorno di Cristo quando egli rinnoverà tutte le cose. Sappiamo che questo è il momento dell’arrivo della perfezione anche dai contenuti del v. 12. Conosceremo pienamente sono al ritorno del nostro glorioso Signore e Salvatore Gesù Cristo
Precedente La predicazione vangelocentrica Successivo A narrativa reversa de Gênesis em “Bird Box”, Karen Swallow Prior