Ognuno per sé e Dio per tutti?

A volte i proverbi popolari sono in accordo con principi biblici, ma a volte no. Ecco un commento del puritano William Perkins sul proverbio ognuno per sé e Dio per tutti.

“‘Ognuno per sé e Dio per tutti’, scriveva Perkins, ‘è un principio perverso, e si scontra direttamente con il fine di ogni vocazione’. E aggiungeva: ‘Profanano la propria vita e la propria vocazione quanti le impiegano per ottenere onori, piaceri, vantaggi, lussi mondani, ecc., giacché, in questo modo, noi perseguiamo un fine diverso da quello che Dio ci ha assegnato, e non serviamo né Dio né gli uomini, ma solo noi stessi’.”

P. 73 di Leland Ryken, Santi nel mondo. Il vero volto dei puritani, introduzione di J.I. Packer, Alfa e Omega, Caltanissetta 2017 (orig. Worldy Saints: The Puritans As They Really Were, Zondervan, Grand Rapids 1986).

Per un libro sul libro di Proverbi, quello trovato nella Bibbia, ecco un post.

Tra non tanti giorni io ed altri tre consiglieri di TGCi (The Gospel Coalition Italia) esporremo 2 Timoteo al primo convegno TGCi a Chianciano 30 aprile – 1 maggio. Il convegno ha il titolo Custodire il buon deposito del Vangelo. Per favore, prega che in quella sede noi rendiamo un servizio gradito al Signore e utile al pubblico. Se anche tu vuoi far parte di quel pubblico, in questo post troverai tutte le informazioni per fare l’iscrizione. Spero di vederti a Chianciano!

Grazie di condividere riguardo al convegno.

A proposito, hashtag Instagram: TGCItalia

Precedente Qual è il messaggio dei Valdesi...antichi? Successivo L'importanza della croce, venerdì santo