Preghiera per una riforma spirituale, D.A. Carson

La seguente citazione viene dalla postfazione di D.A. Carson, Un appello per una riforma spirituale. Le priorità di Paolo e le sue preghiere, Passaggio, s.l. 2005, pp. 255-6.

8092

P. 255: “Ed ora, Signore Dio, chiedo la Tua benedizione su tutti coloro che leggeranno questo libro, perché senza di Te, non ne ricaveranno alcun beneficio. Potremmo anche essere istruiti, ma non avere compassione; potremmo praticare una qualche forma esteriore di preghiera, ma non avere alcuna fruttuosa adorazione ed intercessione; potremmo essere abili nell’arte oratoria, ma essere privi di unzione; potremmo entusiasmare la gente, ma non trasformarla; potremmo allargare la loro mente ma manifestare troppo poca sapienza e comprensione; potremmo divertire molti, ma trovarne pochi che realmente siano rigenerati dal Tuo Santo Spirito benedetto.”

Così, imploriamo la Tua benedizione, per la potenza dello Spirito Santo, affinché noi possiamo meglio conoscerti e possiamo crescere nella nostra comprensione del tuo indicibile amore per noi. Benedicici, Signore, non con una vita facile e con costanti trionfi, ma con la fedeltà. Benedicici con il numero giusto di lacrime e con menti e cuori affamati sia di conoscere che di mettere in pratica la Tua Parola. Benedicici con una profonda fame e sete di giustizia, di zelo per la verità, d’amore per le persone. Benedicici con la prospettiva di valutare tutte le cose dal punto di vista dell’eternità. Benedicici con un amore trasparente per la santità. Concedici forza nella debolezza, gioia nell’afflizione, calma nei conflitti, pazienza nell’avversità, fermezza e lungimiranza quando il clima in cui viviamo preferisce le mode ed il conformismo.”

P. 256: “Noi Ti preghiamo, santo e misericordioso Iddio, affinché Tu ci usi per estendere l’ampiezza del Tuo Regno, per portare molti a conoscerti e ad amarti in verità.”

“Concedi soprattutto alle nostre vite di portare sempre di più gloria al Tuo caro Figlio, il nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo.”

“Possa il Dio della pace, che in virtù del sangue del patto eterno ha fatto risalire dai morti il grande pastore delle pecore, il nostro Signore Gesù, rendervi perfetti in ogni bene, affinché facciate la sua volontà, e operi in voi ciò che è gradito davanti a lui, per mezzo di Gesù Cristo; a lui sia la gloria nei secoli dei secoli. Amen.”

Questo libro è disponibile anche in inglese: D.A. Carson, A Call to Spiritual Reformation: Priorities from Paul and His Prayers, Baker, Grand Rapids 1992 (see also this study guide).

Lo presento qui e lo uso in questo corso. Perché non cominci a seguire oggi questo corso gratuito?

Sermone collegato: Ebrei 13:20-21, Il Grande Pastore delle pecore.

Infine: save the date!

Precedente Getting hit by air, ovvero la frescata sì o no? Successivo Un infiltrato e Provérbios 3:32 in portoghese :)

Lascia un commento

*