Una vecchia preghiera puritana per un nuovo anno ecclesiastico

IMG_3231

Ho già postato questa preghiera altre due volte, per cui questa è la terza volta. L’ho pregata ora all’inizio, non di quest’anno solare, ma di quest’anno ecclesiastico. Ho bisogno di tutto ciò che esprime questa preghiera per le sfide e per i privilegi di un nuovo anno di chiesa. Grazie, Signore, per la spiritualità dei Puritani!

Arthur Bennett, a cura di, The Valley of Vision: a Collection of Puritan Prayers and Devotions, Banner of Truth, Edinburgh 2001 (= 1975), p. 112.

*In fondo c’è la traduzione italiana.

New Year

O Lord,

Length of days does not profit me except the days are passed

in thy presence, in thy service, to thy glory.

Give me a grace that precedes, follows, guides, sustains,

sanctifies, aids every hour,

that I may not be one moment apart from thee,

but may rely on thy Spirit

to supply every thought,

speak in every word,

direct every step,

prosper every work,

build up every mote of faith,

and give me a desire

to show forth thy praise,

testify thy love,

advance thy kingdom.

I launch my bark on the unknown waters of this year,

with thee, O Father, as my harbor,

thee, O Son, at my helm,

thee, O Holy Spirit, filling my sails.

Guide me to heaven with my loins girt,

my lamp burning,

my ear open to thy calls,

my heart full of love,

my soul free.

Give me thy grace to sanctify me,

thy comforts to cheer,

thy wisdom to teach,

thy right hand to guide,

thy counsel to instruct,

thy law to judge,

thy presence to stabilize.

May thy fear be my awe,

thy triumphs my joy.

 

Una preghiera per un nuovo anno

Signore,

lunghezza di vita non è un guadagno se i giorni non sono trascorsi

nella tua presenza, nel tuo servizio e per la tua gloria.

Donami una grazia che precede, segue, guida, sostiene,

santifica e aiuta in ogni ora,

affinché io non vada lontano da te per un attimo,

ma dipenda dal tuo Spirito

per ogni pensiero,

parola e

passo.

Che il tuo Spirito faccia prosperare ogni opera mia,

caldeggi ogni mio atto di fede,

e mi dia il desiderio

di proclamare la tua lode,

testimoniare del tuo amore e

far avanzare il tuo regno.

Mi avvio con la mia barca sulle acque ignote di quest’anno,

con te, Padre, come porto,

con te, Figlio, al timone,

con te, Spirito, che gonfi le vele.

Guidami verso il cielo con i fianchi cinti,

la lampada accesa,

l’orecchio aperto alle tue chiamate,

il cuore pieno di amore e

l’anima libera.

Concedimi la tua grazia per santificarmi,

le tue consolazioni per gioire,

la tua saggezza per insegnare,

la tua destra per guidare,

il tuo consiglio per istruire,

la tua legge per giudicare,

la tua presenza per stabilità.

Che il tuo timore sia la mia ispirazione e

i tuoi trionfi siano la mia gioia.

(Traduzione di Pietro Ciavarella)

Un assaggio del libro da cui è tratta questa preghiera è trovato in questo pdf.

Precedente The fourth Gospel is full of the Old Testament... a D.A. Carson quotation Successivo I 400 anni di Gianavello e la mia guida preferita alle Valli valdesi