Venezuela, un paese bisognoso e Il Libertador Simon Bolivar

E’ stato bello ieri sera essere al cinema insieme ad amici a vedere Il Libertador, film che racconta la storia e la biografia di Simon Bolivar. Ecco il nostro gruppo…

aileen e company film libertador

Anna Aileen Pietro Samuele e i neo-sposini Batzebeth e Domenico

Aillen e gli sposini sono venezuelani

Il film è stato proiettato all’interno di una settimana di eventi a favore di Venezuela, un paese che sta passando un momento di grande bisogno.

Per chi fosse interessato ecco la locandina con le altre manifestazioni pianificate…

venezuela locandina

 

L’unica soluzione profonda e duratura per qualunque paese è il vangelo di Gesù Cristo. Prego affinché il nome di Gesù sia innalzato in questo momento di grande bisogno materiale della Venezuela, dove mancano le cose più semplici e importanti per l’esistenza umana 🙁

Per il quadro religioso di questo grande paese, vedere Operation World (inglese) Venezuela (non trovo la voce nella versione italiana).

Un sermone che riguarda la zona colombiana al confine con Venezuela: Ernest Fowler: un martire fedele fino alla morte (di David Howard Jr.).

Per risorse spirituali in spagnolo, ecco un sito che mi piace molto: Coalicion por el Evangelio.

Uno dei problemi di Venezuela è la corruzione. La sera precedente sono stati a cena a casa Ciavarella mio cugino Terry Hake e sua moglie Cathy. Anni fa Terry fece parte di un’operazione che aiutò a mettere in galera dei giudici corrotti di Chicago. Ora ha pubblicato un libro su quell’operazione il quale forse diventerà un giorno un film. Ieri mi ha detto di aver scelto uno degli pseudonimi nel libro sulla calca del mio cognome 🙂 Che onore avere un cugino che si batté contro una cultura di corruzione e a favore della legalità nei tribunali di Chicago.

Ecco il libro: Terrence Hake, Operation Greylord: The True Story of an Untrained Undercover Agent and America’s Biggest Corruption Bust.

Precedente Un sito sull'islam in italiano per i cristiani Successivo What science really has to say about sexuality and gender, Joe Carter