Chi sono i veri ‘sacramentalisti’? I puritani dice Ryken

Ecco il senso in cui Leland Ryken chiama i puritani i veri “sacramentalisti” del loro tempo.

P. 47: “I puritani svilupparono una completa dottrina della creazione. Essi credevano che Dio avesse creato il mondo fisico ed umano e che perciò esso, in principio, fosse buono. Credevano che il mondo fisico puntasse a Dio. In questo senso specifico erano i veri ‘sacramentalisti’ del loro tempo, molto più di quanti moltiplicavano le cerimonie visibili entro le mura di una chiesa. Un puritano disse che, per un cristiano, ‘tanto la sua bottega quanto la sua cappella sono un luogo santo’. ‘Il mondo è il libro di Dio’, disse Richard Baxter, ‘ed ogni creature è una lettera, una sillaba, una parola, una frase […] che proclamano il nome e la volontà di Dio’. Thomas Taylor scrisse: ‘La voce di Dio è in tutte le creature, e per mezzo loro tutto ci parla, sempre e ovunque’. Una conseguenza della dottrina puritana della creazione è che essa conduce logicamente al rifiuto dell’antica dicotomia sacro/profano che ha dominato per tanto tempo il nostro modo di pensare.”

Richard Baxter

Leland Ryken, Santi nel mondo. Il vero volto dei puritani, introduzione di J.I. Packer, Alfa e Omega, Caltanissetta 2017, p. 47 (orig. Worldy Saints: The Puritans As They Really Were, Zondervan, Grand Rapids 1986).

Ci vediamo il 30 aprile-I maggio!

Teresa Castaldo presenta quattro libretti di TGC (The Gospel Coalition)

Precedente Ora in italiano i primi quattro libretti di The Gospel Coalition Successivo Un weekend con la Chiesa dei Fratelli Colle Val d’Elsa sulla Croce di Cristo